L’Infortunio alla Caviglia di Andrè Gomes

INFORTUNIO

Andrè Gomes è un centrocampista che milita nell’Everton in Premier League. Il 4 novembre del 2019, a seguito di uno scontro fortuito con gli avversari del Tottenham Hotspur Heung-Min Son e Serge Aurier, Andrè ha subito un durissimo trauma alla caviglia destra, (vedi articolo distorsione di caviglia) subito apparso molto grave: infatti, la gamba destra gli è rimasta piantata a terra, mentre il suo corpo continuava a muoversi effettuando una torsione.

La situazione si è subito rivelata delicata e critica, sia per le smorfie di gran dolore sul volto del calciatore, sia per l’aspetto che presentava la sua gamba infortunata, con il piede in una posizione totalmente innaturale.

DIAGNOSI

Quando un calciatore subisce un infortunio traumatico del genere sulla caviglia, la prima cosa da fare è andare al pronto soccorso ed effettuare immediatamente una radiografia per indagare la presenza di una frattura ossea.

Le immagini dell’infortunio parlavano chiaro, e l’indagine diagnostica ha confermato i sospetti: Andrè Gomes, infatti, ha subito una frattura scomposta della caviglia. Per questo motivo, guidato e consigliato dallo staff sanitario dell’Everton, il calciatore ha affrontato il prima possibile un intervento chirurgico di stabilizzazione per ricomporre la frattura.

RIABILITAZIONE

A seguito di un intervento chirurgico per stabilizzare una frattura scomposta della caviglia, la cosa più importante da fare è iniziare fisioterapia il giorno dopo l’operazione stessa.

La riabilitazione con PROTOCOLLO FISIOCALCIO può essere suddivisa in quattro fasi:

  1. Fase iniziale
    • Il primo obiettivo da raggiungere è ritornare a camminare armonicamente senza dolore, senza gonfiore e senza compensi: per raggiungerlo, il calciatore, sotto la supervisione del fisioterapista, impara ad utilizzare le stampelle per imparare a caricare in maniera progressiva sulla gamba infortunata, impara a camminare in piscina, che grazie alla sua caratteristica microgravitaria permette di caricare sulla caviglia operata in maniera sicura (attenzione ai punti di sutura!), impara ad attivare fin da subito la muscolatura che regola i movimenti della caviglia.
    • Contemporaneamente, è importante stimolare il drenaggio di edema ed ematoma attraverso chinesiterapia attiva e passiva e terapia fisica strumentale: inoltre, attraverso la magnetoterapia e la diatermia a contatto fissa, è possibile velocizzare i processi rigenerativi delle ossa della caviglia, così da donare la robustezza strutturale necessaria all’articolazione in tempi minori. Iniziare immediatamente la riabilitazione permette di evitare rigidità articolari e atrofie muscolari. Se fosse possibile, è utile abbinare un blando esercizio aerobico a basso impatto.
  1. Fase intermedia. Durante questa fase, il calciatore verrà esposto a carichi di lavoro sempre maggiori, inizialmente in appoggio su due gambe, arrivando in appoggio su una gamba il prima possibile: infatti, i movimenti tipici del calcio vengono effettuati su una gamba sola, come salti, cambi di direzione, accelerazioni e decelerazioni. Dopo diverse settimane insieme al fisioterapista, una volta raggiunta la simmetria di forza muscolare e di mobilità articolare, il calciatore viene sottoposto ad una batteria di test per valutare equilibrio dinamico, forza esplosiva e flessibilità: se l’atleta supera i test, può continuare il lavoro di rieducazione in campo con il preparatore atletico.
  2. Fase finale di ritorno in campo. La fase finale prevede prima il ritorno allo sport, con lavori individuali di corsa e con il pallone, poi il ritorno alla competizione, in cui il calciatore verrà inserito gradualmente con il resto della squadra, e solo alla fine il ritorno alla performance, attraverso un percorso di ricondizionamento atletico personalizzato per recuperare la forma fisica ideale per tornare a giocare una partita di pallone.

I nostri strumenti per te

SEI UN ALLENATORE?

SEI UNA SOCIETÀ?

SEI UN CALCIATORE?

SEI UN TERAPISTA?

Apri la chat
Vuoi maggiori informazioni?
Ciao, hai bisogno di informazioni?